Loading...

Fatti per le imprese

Imprese artigiane 4.0, Cna Bologna è ufficialmente Digital Innovation Hub

Un punto concreto per informare, orientare e assistere le imprese sulle opportunità del Piano Nazionale Industria 4.0

Imprese artigiane 4.0, Cna Bologna è ufficialmente Digital Innovation Hub

Più innovativa, più competitiva, più finanziata e più formata. Questa è l’impresa del futuro, questa è l’impresa 4.0 per Cna Bologna. Da giugno Cna Bologna è ufficialmente un Digital Innovation Hub per tutte le piccole e medie imprese artigiane che vogliono diventare impresa 4.0, riconosciuto dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

L’obiettivo è quello di rilanciare le imprese sotto l’insegna dell’innovazione in chiave 4.0, ovvero attraverso la diffusione delle tecnologie abilitanti che portano a processi più flessibili e veloci, con un aumento di produttività e qualità, utilizzando le opportunità del Piano Nazionale Industria 4.0 varato a fine 2016 dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Le offerte della Cna di Bologna sono molteplici e accompagnano l’impresa in tutte le fasi della trasformazione. Si inizia con un’attività di informazione sulle opportunità messe a disposizione dal Piano Nazionale Industria 4.0, per proseguire con un orientamento operativo che parte dalla valutazione dei singoli casi aziendali con i relativi fabbisogni e progetti di investimento e arriva di conseguenza a rendere disponibile all’impresa ciò di cui ha bisogno per diventare 4.0: percorsi di formazione qualificata e qualificante, consulenza tecnica sugli investimenti e sui prodotti che rispondono ai requisiti del Piano, relazione con Università e Centri di Ricerca.

Questo processo aiuta le imprese a prendere consapevolezza di quello che sta accadendo nel mercato e quello a cui, inevitabilmente, stanno tendendo tutte le imprese.

“Il successo di un’impresa, di qualsiasi settore – spiega Cinzia Barbieri, Direttore Generale Cna Bologna – passa per l’innovazione, la ricerca e la formazione continua delle competenze. Compito di Cna è quello di aiutare le imprese a capire dove e perché è importante investire. Per far questo il passo più importante è la formazione e la consapevolezza del passaggio storico che le aziende devono fare se vogliono rimanere sul mercato”.

La Cna di Bologna dopo un primo supporto informativo e di orientamento, accompagna l’azienda e la aiuta ad ottenere le agevolazioni fiscali previste avvalendosi della consulenza erogata da Serfina, società di consulenza finanziaria di Cna Bologna, e in collaborazione con IQC, società specializzata nella valutazione tecnologica degli investimenti.

Tra le misure istituite con il Piano Nazionale, oltre alla proroga al 31/12/17 del superammortamento per l’acquisto di beni strumentali, è stato introdotto l’incentivo fiscale dell’iperammortamento per l’acquisto di impianti e macchinari ad alto contenuto tecnologico, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale.

In sintesi, le imprese che investono nel 2017 possono beneficiare di una maggiorazione del costo dell’investimento. L’obiettivo è quello di incentivare le piccole aziende italiane all’acquisto delle tecnologie più innovative.

Laddove la trasformazione 4.0 richiede la partnership con il sistema della ricerca, Cna è in grado di agevolare la relazione con i Competence Center di riferimento.

“Il progetto di Industria 4.0 in realtà è partito già da molto tempo in Cna Bologna – conclude Cinzia Barbieri – e offriamo corsi su tutto il territorio dell’area metropolitana di Bologna per sensibilizzare le aziende al tema e descriverne le potenzialità. Grazie anche al supporto di Serfina e IQC durante i seminari le imprese riescono a capire fino in fondo le reali opportunità finanziarie e di innovazione tecnologiche che il progetto offre”.